GATTI DA ADOTTARE
        GATTI ADOTTATI
        IN RICORDO DI
        SMARRITI e RITROVATI
        LETTERE A GATTOPOLI
        GADGETS
        EVENTI E CURIOSITA'
        RASSEGNA STAMPA
        MALATTIE DEI GATTI
        CONSIGLI UTILI
        ASSOCIAZIONI
        IL CLUB DI GATTOPOLI




Cerca

Killer dei gatti di Trescore, confermata condanna a due anni per stalking
 
La donna di 44 anni nel 2014 era stata contattata dall'uomo dopo aver messo su Internet l'annuncio di vendita di alcuni cuccioli
 
l 4 luglio 2017


 
Trescore Balneario, 4 luglio 2017 - La Corte d'Appello di Brescia ha confermato la condanna di primo grado per stalking - 2 anni di reclusione (senza condizionale), un anno di libertà vigilata e riconoscimento della seminfermità di mente - emessa il 12 dicembre scorso dal giudice del tribunale di Bergamo, Massimiliano Magliacani, nei confronti di Marco Facchinetti, il 40enne di Trescore Balneario, finito a processo in due distinti dibattimenti: in uno, quello che si è concluso davanti ai giudici bresciani, era accusato appunto di stalking (il risarcimento a favore della vittima è sceso da 13mila a 7mila euro, l'unica difformità dalla sentenza di primo grado); nel secondo, il cui appello è pendente, deve rispondere di maltrattamenti e uccisione di gatti (è stato condannato in primo grado a Bergamo anche in questo caso).

I due dibattimenti sono collegati. In quello per stalking, infatti, la vittima di sms e telefonate in cui il complimento più soft è "asinella", era una delle persone che aveva affidato al 40enne i propri mici, che l'uomo aveva poi torturato e ucciso, inviando successivamente, attraverso WhatsApp, le foto degli animali seviziati e i loro cadaveri.
 
La donna, 44 anni, nel 2014 era stata contattata da "Marco" dopo aver messo su Internet l'annuncio di vendita di alcuni cuccioli.
Si era però insospettita perchè l'uomo le aveva chiesto solo la gatta. Allora non gli aveva più risposto, ma lui aveva ripreso a contattarla.
E qui si sono intersecati i due filoni di indagine. Facchinetti aveva iniziato a scriverle frasi del tipo:"Strangolo i gatti che sono buoni da mangiare".
 
Le aveva anche inviato una ricetta: "Per fare una teglia, servono due animali adulti o 12 piccoli". Lei, allora, era corsa dai carabinieri e lo aveva denunciato per stalking.
di MICHELE ANDREUCCI
 

http://www.ilgiorno.it/bergamo/cronaca/trescore-killer-gatti-stalking-1.3247154
 Questa news è stata letta 585 volte


comments powered by Disqus