GATTI DA ADOTTARE
        GATTI ADOTTATI
        IN RICORDO DI
        SMARRITI e RITROVATI
        LETTERE A GATTOPOLI
        GADGETS
        EVENTI E CURIOSITA'
        RASSEGNA STAMPA
        MALATTIE DEI GATTI
        CONSIGLI UTILI
        ASSOCIAZIONI
        IL CLUB DI GATTOPOLI




Cerca


   
VETERINARIO: QUANDO NON E'SOLO UNA PROFESSIONE
 
In un mondo dove, purtroppo, l'amore e la pietà verso gli animali sono merce sempre più difficile da reperire, ben vengano tutti i veterinari che svolgono la loro professione in maniera precisa, corretta, con competenza e professionalità.
 
A loro va un grazie sentito, perché per chi, come noi, convive con uno o più animali domestici, è sempre di grande conforto sapere di poter contare su un medico preparato nelle cui mani mettiamo la vita di queste creature, che amiamo infinitamente e per le quali soffriamo ogniqualvolta ci rendiamo conto che la loro salute non è al meglio.
 
C'è però una tipologia di medici veterinari ai quali la competenza e la professionalità non bastano: essi devono andare oltre, per carattere, per senso di giustizia, non sappiamo quale sia la molla che li spinge, ma sta di fatto che questo genere di veterinari lavora con una caratteristica che li rende speciali: la passione.
Una passione folle per ogni essere a quattro zampe, una passione che li porta a combattere, a lottare ogni giorno, ogni minuto della loro vita contro la sofferenza, troppe volte imposta,  di questi animali, contro l?ignoranza che dilaga e che vorrebbe noi amici degli animali emarginati, derisi, considerati folli perché trepidiamo per loro e non per i bambini che muoiono di fame (chi ha detto poi che non si possa pensare ad entrambi?) la classica frase fatta di chi non sa come argomentare, di chi non comprende e, ahilui, non comprenderà mai cosa significhi amare e soprattutto essere amati da un animale, cane, gatto o cavallo che sia.
 
E' una lotta continua, estenuante, a volte persino contro ogni logica, che costringe questi veterinari a vedere ed occuparsi di corpi straziati di animali che, con estrema dignità, non domandano aiuto, né se lo aspettano, ma semplicemente attendono che la morte vada loro incontro, come unica medicina per la loro sofferenza.
Incontrare uno di questi veterinari diventa pertanto un privilegio concesso a pochi. Noi siamo fra questi "eletti".
 
Noi abbiamo il privilegio di conoscere la dottoressa Sara A., che svolge il suo lavoro in provincia di Napoli, terra splendida, ma non sempre facile per gli animali.
Ogni giorno la dottoressa Sara porta avanti questa lotta, versando lacrime di rabbia, di impotenza, di dolore per queste creature martoriate, che vivono nel dolore e nell?indifferenza, che, quando sono fortunate, le vengono lasciate agonizzanti davanti allo studio e per le quali si adopera senza sosta da anni. Sara non li cura soltanto, li ama, pensa al loro futuro cercando per loro un?adozione degna, segue il loro cammino anche una volta raggiunta la nuova famiglia che amorevolmente si è offerta di prendersi cura di questi animali e di dare loro un po? di serenità.
Lisbeth è una gatta che ha avuto la fortuna di incontrare la dottoressa Sara sul suo difficile cammino.
Questo è un piccolo estratto di quanto ci comunicò Sara, sulle condizioni della micia appena le venne portata da due persone che solo dopo molti giorni si erano decisi a mostrargliela: una frattura a un arto anteriore, forse vecchia, ma soprattutto le manca una fetta di testa....non ha più un orecchio, le manca parte della guancia, al posto dell' orecchio ha una voragine enorme che arriva fino alla calotta cranica...quello che resta della pelle intorno, completamente marcito....ed era piena di bigattini che le uscivano da occhi, naso, bocca e soprattutto da questo buco enorme, da dove ne avrò ripescati centinaia che avevano scavato in tutta la testa e collo.....io mi stavo sentendo male stamattina......
Non so se l'occhietto si salverà....le ghiandole salivari non ci sono più, il condotto auditivo e scomparso...non so se ha subito danni neurologici...
Il percorso di rinascita di questa micia è stato lungo, penoso per lei e per la dottoressa, fatto di interventi chirurgici, di flebo, di ore passate a vegliarla, di trepidazione e di speranza per la sua ripresa. Noi tutti, che facciamo parte di un gruppo, chi anche nella vita, chi solo sul web, siamo stati in ansia per questa gatta, visto le fotografie che scandivano il suo percorso di dolore, abbiamo atteso gli aggiornamenti della veterinaria, alcuni di noi sono andati a trovarla di persona e tutti abbiamo fatto il tifo per questa micia che voleva vivere.
E l'ha avuta vinta lei.
 
Lisbeth è sopravvissuta. Grazie a questa veterinaria e alla sua passione, alla sua forza d'animo spesso messa a dura prova,  adesso questa gatta ha una casa accogliente, una famiglia che la ama anche se il suo aspetto non è perfetto.
La tregua a questo scempio è stata breve. A distanza di pochissimo, compare all'orizzonte di Sara un'altra gatta, preceduta comunque, è bene dirlo, da una cagnolina terrorizzata ed abbandonata che, forse, resterà con lei, da un'altra micia cieca e altri ancora.
Ecco un altro estratto sulle condizioni di questa nuova gatta, che Sara ci comunicò: la gatta, di età indefinita, è in stato terribile...
sangue ovunque, mandibola fratturata, naso rotto, denti sfasciati, tutto derivante da trauma, forse è stata investita, magari picchiata, non mi meraviglierei affatto?
Si aggiunge un gravissimo problema respiratorio. E gli occhi...gli occhi non ci sono più, al loro posto.....solo necrosi e putrefazione..un occhio non esiste proprio più, rimane solo un filamento che scende fino alla boccuccia, l'altro è una massa nera..
Logicamente è ipotermica, disidratata e magrissima.
Non so se sia il caso di allegarvi le foto, non sono uno spettacolo degno di un popolo civile, ma potrebbero servire per scuoterci un po? dal torpore e dall?indifferenza che troppo spesso ci permeano.
Anche questa micia, come Lisbeth, è sotto cura nell'ambulatorio veterinario della dottoressa Sara. E' stata operata e va progressivamente migliorando, anche se necessita ancora di accertamenti.
L'abbiamo chiamata Miracle.
 
Il miracolo della dedizione, della passione per questo mestiere difficile, della sensibilità e, non ultima,  della generosità, perché, lo sottolineiamo, questi animali, abbandonati crudelmente in condizioni disperate, vengono  curati e seguiti dalla dottoressa a titolo gratuito, con la sola, grande, speciale soddisfazione di vederli rivivere e trovare una famiglia che li ami.
Questa piccola, grande storia di vita con e per gli animali è solo un modo per far conoscere  Sara e dirle un sentito grazie, per ogni volta in cui non ti sei arresa e ti è costato fatica e disperazione, per ogni volta in cui ci hai aiutati con i nostri amici animali senza chiedere un centesimo, con disponibilità e gentilezza, per ogni lacrima che hai versato, ma poi hai ricacciato dentro e hai proseguito il tuo cammino.
 
Grazie per essere una veterinaria speciale, perché la parola missione, nel tuo caso, non è solo un sostantivo.
  
Inviataci da Luisa

 
 Questa news è stata letta 6203 volte


comments powered by Disqus