GATTI DA ADOTTARE
        GATTI ADOTTATI
        IN RICORDO DI
        SMARRITI e RITROVATI
        LETTERE A GATTOPOLI
        GADGETS
        EVENTI E CURIOSITA'
        RASSEGNA STAMPA
        MALATTIE DEI GATTI
        CONSIGLI UTILI
        ASSOCIAZIONI
        IL CLUB DI GATTOPOLI




Cerca

3 settembre 09
 
Non sono una ragazzina di 18 anni, ne ho 29. Ho una figlia, che aspetta di nascere fra un mese, e un marito. Nella mia famiglia ci sono anche i gatti e 2 cani. Non sono proprio una ragazzina senza esperienza, pur non avendo i tuoi 38 anni. Da quando avevo 14 anni mi occupo di animali trovatelli e non, spesso curandoli io con le paghette settimanali dei miei genitori prima, e con i piccoli guadagni del mio lavoro, fino ad ora.
Conosco la storia, le dinamiche politico economiche e socio-culturali, magari non sono il mio pane quotidiano e non pretendo certo di saperne più di altri. Ma sono una persona che legge, si informa e si documenta e ho anche studiato tanto nella mia vita.
 
Probabilmente abbiamo punti di vista diversi, tu per le tue esperienze sarai delusa e amareggiata, io al contrario sono fiduciosa e forse anche un po’ sognatrice. So bene che in Sicilia non si sta proprio “bene”, perdona la ripetizione,  ma so anche che fin quando si ragionerà con la rassegnazione e si farà il gioco della PA e di chi la sostiene, saremo sempre presi per ciò che mostriamo di essere, ignoranti e omertosi. E i nostri cari governanti se la rideranno, come si dice secondo il gergo comune. Anzi, continueranno a sguazzare nei nostri soldi, utilizzandoli per le proprie “esigenze”, continueranno a fare i loro comodi. Tanto, in Sicilia, siamo un popolo ignorante e remissivo.
 
Perché mi firmo studentessa di legge? Perché credo in quello che faccio, credo nei valori della giustizia e della legalità e confido nel fatto che prima o poi le cose anche qui dovranno cambiare. Che poi, il pesce puzza sempre dalla testa e non credo che il problema sia unicamente siciliano, ma parte dai piani alti, i primi ad approfittare del malessere meridionale.
Forse sogno troppo, d’altra parte un mondo perfetto non esiste, ma arrendersi e alimentare il “razzismo” contro il meridione, denigrare la nostra terra a noi fa male, ma ai politici, alla PA in generale, continua a permettere di fare i loro “porci comodi”.  Per quanto mi riguarda sarà l’ultima risposta, non perché non so cosa aggiungere, ma perché da aggiungere, realmente, c’è ben poco. La pensiamo diversamente.
Un’ultima cosa, mia figlia nascerà qui, in Sicilia e imparerà ad amarla come la amo io, imparerà a rispettare il prossimo in tutte le sue forme, animali e uomini. 
 
Se tutti provassimo ad insegnare il valore del rispetto ai nostri figli, pian piano, forse, le cose inizierebbero a migliorare. Di certo, non insegnerò a mia figlia a scappare.
 
Eleonora

 Questa news è stata letta 2172 volte


comments powered by Disqus