GATTI DA ADOTTARE
        GATTI ADOTTATI
        IN RICORDO DI
        SMARRITI e RITROVATI
        LETTERE A GATTOPOLI
        GADGETS
        EVENTI E CURIOSITA'
        RASSEGNA STAMPA
        MALATTIE DEI GATTI
        CONSIGLI UTILI
        ASSOCIAZIONI
        IL CLUB DI GATTOPOLI




Cerca

Anch'io ho studiato e studio ancora...nonostante abbia una laurea in Filosofia e ne stia conseguendo un'altra scientifica   (quindi posso dire che i miei orrizzonti non siano proprio così ristretti) ritengo che, purtroppo, a volte, sia necessario forzare la mano.
 
Sappi che non intendevo comunque convincere nè te nè altri ma solo porgere un invito a coloro i quali non sanno cosa fare per farsi ascoltare....forse hai ragione tu: la legge esiste e va applicata( allora perchè le P.A non lo fanno?)...tecnicamente parlando hai ragione e, ripeto, se ti fosse sfuggito, anch'io per tanto, tantissimo tempo ho agito così, esattamente come te.......poi la mia illusione si è infranta miseramente. Ho smesso di amare la Sicilia e l'Italia (non credo di essere l'unica)...mettiamoli in termini di politica internazionale (dovrebbe essere campo tuo): è forse da biasimare la richiesta d'embargo per piegare certe figure?
 
Mi pare comunque che ambedue rappresentiamo le due diverse visioni del mondo non solo per il problema degli animali ma il problema che riguarda socialmente e politicamente l'Italia. A nche i miei studi mi hanno dato quegli strumenti per analizzare con criticità la realtà in cui mi trovo a vivere e dato che ho smesso di credere in quello in cui credi tu non per questo mi sento più ignorante di altri...inoltre avre una laurea non significa necessariamente essere più intelligenti o colti di altri.
Lasciamo queste due nostre posizioni assolutamente antitetiche al giudizio dei lettori: ognuno leggerà e rifletterà per se stesso. Ti invidio comunque: fino ad ora sembri essere stata fortunata a non inbatterti nel silenzio delle istituzioni "reali", nel silenzio della stampa Ho frequentatoprima e collaborato poi un corso di politica promosso dal Ministero per la Pari opportunità svoltosi a Palermo presso la facoltà di Scienze Politiche a cui hanno dato un rimarchevole contributo anche professori di sociologia e storia moderna. Una cosa in quei corsi è emerso subito: il silenzio istituzionale anche nel quotidiano nella vita delle donne. Mi dirai che c'entra?
 
Centra nella misura in cui, se non te ne sarai accorta, al visione della donna oggi è ancora al limite tra soggetti aventi diritto e soggetti sine diritto.... per meglio chiarire: i tecnicismi della Legge, la perfezione della nostra Costituzione purtoppo sono condizioni che non rappresentano il piccolo quotidiano: discriminazioni, intolleranza, imbarbarimento sono più che mai vitali nella nostra società perchè le istituzioni voglioni esattamente questo. Come fai a dire che sai qual è la realtà siciliana e non proporre nulla per porvi rimedio? DIre di affidarsi alla Legge, per tutto quello che ho scritto sopra e prima, che è reale e sfido chiunque a contraddirmi, è come boicottare le uniche idee, per quanto discutibili, venagno proposte e adeguarsi a NON FARE ASSOLUTAMENTE NULLA.
 
Con questo io ho chiuso la mia dissertazione, giustificando, credo come pochi sanno fare, le motivazioni reali del mio pensiero e del mio agire. Anch'io credo in quello che faccio ma non per questo uso i miei studi come paravento per l'immobilismo. Sì, credo che tu sia ingenua o meglio penso che il tuo amore ti accechi....spero però che tu abbia ragione ma, nel frattempo è necessario trovare soluzioni concrete: mi sono stufata di senire giustificazioni come la tua appena qualcuno cerca di fare qualcosa.
 
Con stima
Barbara Simoncini
 
p.s con questo ho davvero concluso.....non rispionderò oltre. Ti invito sempre a proporre qualcosa di concreto: ne sarei davvero lieta

 Questa news è stata letta 2177 volte


comments powered by Disqus