GATTI DA ADOTTARE
        GATTI ADOTTATI
        IN RICORDO DI
        SMARRITI e RITROVATI
        LETTERE A GATTOPOLI
        GADGETS
        EVENTI E CURIOSITA'
        RASSEGNA STAMPA
        MALATTIE DEI GATTI
        CONSIGLI UTILI
        ASSOCIAZIONI
        IL CLUB DI GATTOPOLI




Cerca

14 AGOSTO 09
   
Sono stanca ed arrabbiata al di sopra del limite umano. Oggi sono quasi  senz’acqua. Lo scarico per riempirsi un quarto d’ora. Un filo per poter lavare i piatti e scodelle delle mie creature o metterli da bere. Non posso accendere la lavatrice per fare copertine e lettini delle mie creature piene di merda a rischio di bruciarla come ho rischiato giorni fa per l’acqua a causa di presunta rottura come detto da chi preposto  a mettere a conoscenza il cittadino civico e civile che fa una segnalazione.
  
Mi sono beccata una lamentale che prende solo 800 euro al mese ed un telefono sbattuto in faccia. Non posso pulire il sito altrettanto pieno di merda di due cani paralitici, menomazione dovuta a causa della bastardaggine criminale umana. Che ci state a fare tutti quanti: solo ad intascare lo stipendio? Mia figlia ed una sua amica hanno dovuto fare il bagno, dopo un lungo viaggio per venire da me, nel Mar Rosso: tale era l’acqua nella vasca. In estate, ovviamente, la situazione peggiora e persone si sono lamentate di non avere acqua, mentre altre si fanno cisterne e quant’altro e, secondo un dipendente ASM dovrei fare io la spia, non voi i controlli. Eppure bollette e tasse come non le pretendete. Ma danno più grande alla beffa è che ogni volta che segnalo una problematica da persona per bene a casa mi piombano carabinieri, polizia, guardia forestale, vigili urbani e chi più ne ha più ne metta.
 
Uno stress  continuo alla mia già cagionevole salute, come minacce per incutere paura o timore. I tubi si rompono con perdite immani con una frequenza inspiegabile e continua, per quello che è il bene più prezioso e che va tutelato. Come vengono riparati ogni volta: con lo sputo o lo scotch? Come da svariate foto in mio possesso tubi fuori, attaccati ad un albero con un fiocchetto rosso, compreso uno che attraversa la terra di un frontista e tutti confluenti in un tombino dove c’è anche il mio contatore che non è ubicato come dovrebbe presso la mia dimora, fatto da me reso noto già da tanti anni, ma a metà della strada e dove tutti possono alterare, manovrare o manomettere. Mi fu detto quando la S.I.I. o l’ASM presero in gestione l’acqua che il comune aveva lasciato loro vari danni e problematiche, al che risposi: che se anche fosse vero non per questo assumevano solo soldi o onori, ma anche oneri in quanto ne dovevano essere a conoscenza prima di prenderne la gestione.
 
Qualche settimana fa sono stati fatti nuovi scavi per portare acqua, sembra, ad una nuova abitazione presumibilmente costruita da poco da tal Edil Quattro: non so se privato o, come asserito dal soggetto vicino al medesimo comandante dei vigili, con appalto S.I.I. o ASM. Il problema che tutti meritano la medaglia a tennis passandosi la palla simbolo di responsabilità l’uno con l’altro. Perciò vi chiedo: avendo io segnalato la situazione era opportuno che mi venissero ieri a casa nientemeno che il comandante dei vigili con un altro vigile o magari semplicemente sarebbe stato giusto e bastato semplicemente un tecnico, possibilmente competente? Si parla di mafia in Sicilia o nel sud: la peggiore è quella nascosta e silenziosa e di cui il cittadino ne subisce le nefaste conseguenze da chi ne detiene il potere. Se, comunque, dovesse accadere qualcosa alle mie creature, non mi rivolgerò a chi la giustizia dovrebbe svolgerla con onestà, etica e professionalità, ma spargerò una eventuale epidemia per tutta l’Umbria. Questo non solo perché mio dovere di tutela degli indifesi sancito da svariate leggi che pare non interessino nessuno, ma per quelle scelte fatte ed il mio amore e rispetto che devo LORO e per le quali non ho mai chiesto una lira a nessuno, anzi rifiutate persino quelle offerte, compreso dal Ministero della Salute. Adoro San Francesco in qualità di protettore degli Animali e del mio Paese, l’Umbria è una regione meravigliosissima peccato che ci sono gli umbri che non la meritano e se potessi me ne scapperei con la velocità della luce, invece mi sento in un incubo, ogni giorno con il panico di un problema, di minacce e Dio solo lo sa.
 
Per avere lavori fatti ti vengono a comodo e poi lamentano che il lavoro non c’è e non ci sono soldi. Lo fanno sovente male e sei costretta a richiamarli, ma i soldi li pretendono tanti e sull’unghia ed inventano bugie per scaricarsi le responsabilità di loro errori. Non contiamo la barzelletta dei vari consorzi che nascono preposti alla tutela dell’ambiente, delle acque: unica tutela le loro tasche. Questa volta chi mi mandate: l’FBI o la CIA?
In attesa di sollecito riscontro che forse mai arriverà come consuetudine acquisita ed a dispetto di leggi e codici di cui tutti si sentono scevri ed al di sopra.
 
Penna in Teverina,  14 agosto 2009
Cav. Wanda Guido
Capo Segretario in quiescenza della Camera dei Deputati
Presidente CO.VO.PRI.ECA. (COordinamento VOlontariato PRIvato ECo-Animalista)
Webmaster dell’omonimo sito CO.VO.PRI.ECA. per la parte giuridica, legislativa, giornalistica e di public relation
Via Case Sparse, 46
05028 – PENNA IN TEVERINA (Terni)

 
 Questa news è stata letta 2303 volte


comments powered by Disqus