GATTI DA ADOTTARE
        GATTI ADOTTATI
        IN RICORDO DI
        SMARRITI e RITROVATI
        LETTERE A GATTOPOLI
        GADGETS
        EVENTI E CURIOSITA'
        RASSEGNA STAMPA
        MALATTIE DEI GATTI
        CONSIGLI UTILI
        ASSOCIAZIONI
        IL CLUB DI GATTOPOLI




Cerca

Da parte di molti quotidiani come Corriere della Sera, La Nazione, Libero e altri, è in atto una campagna di cultura e di civiltà per contrastare il deprecabile fenomeno di regalare animali a Natale, soprattutto cuccioli, soprattutto cuccioli provenienti dall'est delle cui condizioni molti ancora ignorano la gravità. Sto seguendo da mesi la storia di un "regalo" ormai indesiderato e non richiesto. Una famiglia con bambini perde il cane che si suicida ... può succedere, ma...è un campanello d'allarme che a noi non sarebbe sfuggito. Infatti una delle domande contenute nel questionario preaffido c'è anche come è morto il precedente animale.
 
Un allevatore amico pensa bene di regalare un cucciolo dell'est, arrivato in un allevamento nostrano, a questa famiglia. Da solo in casa, non abituato a uscire per fare le sue cose, insomma, trascurato, approda in pensione per le vacanze estive e lì rimane. Bisogna trovare un altro padrone quando nessuno ha provveduto a intestarsi il chip (c'è una multa ma chi se ne infischia). Nessuna visita, nessuna richiesta di sapere come sta.
 
Questi sono i regali. Messi da parte quando la novità è storia passata. Solo che non abbiamo a che fare con un giocattolo di plastica ma con un essere vivente, amante dei bambini e loro compagno di giochi, che fa le feste, che si era attaccato agli ingrati, che sta passando l'inverno al freddo di un box invece che nel calore di una casa e con le carezze che merita.  E' stato un regalo e questa è la fine dei regali. A volte gli adottanti non capiscono e non accettano la nostra pignoleria nel dare un animale. Ora lo sanno.
Chi si assume la responsabilità dell'animale oltre a essere disposto a controlli pre e post affido deve firmarci un modulo di affido nel quale accetta delle condizioni che innanzi tutto tutelano il benessere dell'animale. Loro ci possono chiamare in qualsiasi momento se hanno difficoltà a tenerlo e noi ce lo riprendiamo se non è tenuto secondo la sua etologia. Come del resto è dichiarato nelle varie leggi a tutela degli animali.  Sono citate ampie statistiche che dimostrano come i regali finiscono per la strada dopo pochi mesi.
 
A causa di un'altra errata convinzione a 7-8 mesi non sono più adottabili. Anche questo deve cambiare.
L'animale adulto ha un temperamento gà formato e dà poche sorprese rispetto ai piccoli che comunque hanno le loro peculiarità. Niente di più sbagliato che avere aspettative.
 
Meglio accettare persone e animali per quello che sono.
 
Nicoletta
 

 Questa news è stata letta 4919 volte


comments powered by Disqus