GATTI DA ADOTTARE
        GATTI ADOTTATI
        IN RICORDO DI
        SMARRITI e RITROVATI
        LETTERE A GATTOPOLI
        GADGETS
        EVENTI E CURIOSITA'
        RASSEGNA STAMPA
        MALATTIE DEI GATTI
        CONSIGLI UTILI
        ASSOCIAZIONI
        IL CLUB DI GATTOPOLI




Cerca

9 giugno 2010 - Ieri sera mi è capitato di fare zapping a tarda ora e di imbattermi in un programma su Italia Uno chiamato Mister Bear.
 
Convinta fosse un documentario che, come al solito, fanno vedere di notte  o comunque in orari strani e a dir poco scomodi, mi sono soffermata qualche minuto.
Subito si capisce però che il protagonista però anzichè la natura o gli animali è appunto questo Mister Bear, al secolo il britannico Edward Michael Grylls da quello che ho poi saputo esperto viaggiatore e, davvero fondamentale al giorno d'oggi (!!), esperto di tecniche di sopravvivenza.
 
E' nel deserto, spiega questo e quello, poi trova una lucertola tra la sabbia, la fa inquadrare per bene, la prende, poi la molla e la fa correre per mostrare la sua velocità e la sua abilità a nascondersi tra la sabbia.
Io pensavo fosse finita qui.
Mi sbagliavo.
 
Riprende la poveretta ancora ansimante per la corsa e, con una bella zoomata da parte dell'operatore, le taglia di netto la parte alta del corpo e la testa poi, in un orribile primo piano degno di un film horror, si mangia il corpo sanguinante. Uno spettacolo che sconsiglio vivamente a chi è debole di stomaco...e non solo!
 
Mi sono documentata e il tipo in questione è solito a questo genere di cose. Tutto quello che cammina e che gli passa sotto fa una brutta fine in diretta e senza tanti preamboli.
Ma siamo sicuri che lo fa per mostrare le tecniche di sopravvvenza o piuttosto per fare spettacolo... alquanto discutibile!!???
 
Ma dico. Scherziamo? E' roba da mandare in onda? Non solo ormai i documentari li stanno decimando, ma quel po' che resta di "pseudo anzi finto naturalistico" sta diventando solo un buono spunto per gente montata che poi si improvvisa Rambo!

Sono andata a dormire inorridita, e sono tuttora  disgustata per questo e altro che viene mostrato continuamente in televisione.
Sempre peggio, ma purtroppo è vero: al peggio non c'è limite. Poi non ci meravigliamo degli emulatori!
 
Ma qualche sano, puro e semplice reportage...no????
 
Elena - Gattopoli

 Questa news è stata letta 8682 volte


comments powered by Disqus