GATTI DA ADOTTARE
        GATTI ADOTTATI
        IN RICORDO DI
        SMARRITI e RITROVATI
        LETTERE A GATTOPOLI
        GADGETS
        EVENTI E CURIOSITA'
        RASSEGNA STAMPA
        MALATTIE DEI GATTI
        CONSIGLI UTILI
        ASSOCIAZIONI
        IL CLUB DI GATTOPOLI




Cerca

11 dicembre 2010
 
Dal mio viaggio a Shanghai una cosa che volevo condividere con tutti voi...
 
Sono sincera, ero piuttosto spaventata da quello che avrei potuto trovare in Cina ma devo dire che Shanghai, questa smisurata metropoli, oltre 11 milioni di abitanti, mi ha fatto almeno in parte ricredere.
 
Una nuova sensibilità si sta diffondendo tra le ultime generazioni e la si sta diffondendo per sensibilizzare anche con un documentario di nome "Sha Hua" (http://www.gattopoli.it/news/san-hua-docufilm-su-gatti-a-tavola-la-protesta-in-cina.html).
 
In effetti sembra che la situazione anche in certe zone stia cambiando (ovviamente e purtoppo non ovunque è così come ben sappiamo) ma  alcune cose che ho potuto documentare io stessa mi hanno in parte sollevata.
  
 
In particolare all'uscita dello Shanghai Urban Planning Exibition Hall, dove è possibile ammirare un meraviglioso plastico che riproduce la città, una sorta di "Shanghai in miniatura" per intenderci, mi sono accorta subito della presenza di gatti e guardate cosa ho trovato proprio a fianco della porta? Due ciotoline "artigianali" con cibo e acqua!
 
Non credevo ai miei occhi! In Cina!? All'uscita di un museo??!! In Italia una cosa simile non sarebbe certamente consentita...
    
    
Poi altro giro, altra foto...
 
Davanti ad un negozietto poco prima del Tempio del Budda di Giada, una micia dal pelo tartaruga che si schiacciava un bel pisolino sopra un cartone appositamente piazzato per lei dal negoziante..ed evidentemente la gattina era di casa! E' scesa dal suo giaciglio e io mi sono letteralmente fiondata a farle un po' coccole (dopo qualche giorno che non toccavo un gatto ero già sofferente!!).
 
Ho anche chiamato un'associazione del luogo che si occupa dei gatti a Shanghai e mi hanno detto che le chiamate sono tante ogni giorno, e non potevano recuparare subito il gatto da me segnalato, ma avrebbero comunicato la mia chiamata al volontario di zona. Quini qualcuno che chiama c'è...e anche qualche volontario c'è!
 
Certamente ci vorrebbe più informazione, quella che manca sempre e comunque riguardo i randagi, parlo di cani e gatti e tabti altri animali, e parlo della Cina ma anche della nostra Italia.
 
C'è sicuramente tanto da fare, anzi di più, le torture sono ancora troppe...ma dico sempre che anche la cosa più piccola è pur sempre un punto di partenza!
 
Elena Vandelli
  
foto: grazie Scib!

 Questa news è stata letta 7842 volte


comments powered by Disqus