GATTI DA ADOTTARE
        GATTI ADOTTATI
        IN RICORDO DI
        SMARRITI e RITROVATI
        LETTERE A GATTOPOLI
        GADGETS
        EVENTI E CURIOSITA'
        RASSEGNA STAMPA
        MALATTIE DEI GATTI
        CONSIGLI UTILI
        ASSOCIAZIONI
        IL CLUB DI GATTOPOLI




Cerca

Cara Elena,
 
oggi ho osservato a lungo la mia bimba di 5 mesi e il mio meraviglioso gatto Gigio di 7 anni.
 
Li ho osservati insieme, lui un gattone di 8,500 gr, bianco come una nuvola che il mio allora fidanzato, nonché attuale marito, mi regalò dopo la brutta fine del mio amato Pallino, 5 anni, fatto letteralmente a pezzi da una macchina in corsa lungo la strada di casa mia. Lei, l’amore della mia vita, mia figlia.
 
Ogni tanto i parenti mi rimproverano, perché mi ritengono troppo temeraria nel permettere a Gigio di avvicinarsi alla bambina. Ma perché, scusate? Personalmente, ho risposto tante volte, gradisco di più la vicinanza del gatto alla mia amatissima bambina, che l’alito pesante e possibilmente al gusto di sigaretta o vino della gente che noncurante si avvicina per baciarle le mani o il viso. Credimi, mi fa molto meno “schifo” che il mio gatto le strofini il musetto sulle guance. Almeno è il MIO gatto, mangia quello che IO preparo, non frequenta i cassonetti, non tocca soldi e non beve vino, ma soprattutto non fuma.Eppure le persone si sentono igienicamente molto più adatte al contatto con mia figlia! Come mai? Una volta una persona mi ha detto: ma quando nascerà la bambina, i gatti li farai “sballare” da casa, giusto? No perché voglio dire, non è igienico, portano malattie (!??!?!?!) una bambina così piccola..Ho cercato di spiegare con educazione che non è proprio vero, che comunque saranno anche fatti miei, che comunque PREFERISCO IL GATTO VICINO MIA FIGLIA CHE L’ALITO DELLA GENTE SULLA SUA FACCINA MICROSCOPICA.Ma sai, la convinzione è peggio della pazzia. E ormai nemmeno più rispondo!
 
E tralasciamo gli sguardi inorriditi delle persone quando, ancora incinta, di 2, 4, 7 mesi andavo dal veterinario tranquillamente e (avendo con i medici dello studio un rapporto abbastanza confidenziale) li aiutavo a preparare gatti randagi trovatelli per le operazioni, oppure pulivo il sederino al gattino appena nato che si trovava li con la mamma in terapia etc etc..e quasi io lo facevo apposta, dimostravo che l’ignoranza è il nemico peggiore, quando qualcosa non si conosce, non se ne deve parlare senza che prima ci si documenti. Mia figlia è nata sanissima, allattata esclusivamente al seno con il mio latte (ahhhhh orrore, latte contaminato dalla vicinanza di gatti!!!) ha 5 mesi e pesa quasi 9 kg, mi veste la tg 9/12 mesi. E’ sanissima, mai un raffreddore, mai una febbre, mai un graffio provocato dai miei gatti. In questi giorni, poi, hanno fatto proprio amicizia! Quando dico “gatto Gigio”, mia figlia si gira e ride! Ieri ho beccato gatto Gigio sul letto, stravaccato a pancia sotto, con tutte e 4 le zampe larghe..Agata seduta sul letto, ancora un po’ traballante e insicura nella posizione seduta, si è abbattuta su di lui, sprofondando con la testa nella sua panciona..risultato: una grandissima risata sonora della cucciola, mentre Gigio l’ha guardata con un occhio come per dire..ah sei tu! E si è rimesso a dormire.
Oggi, poi, il top. Gigio seduto a mò di sfinge sul divano, mia figlia seduta comodamente a cavallo sopra di lui. Una squisitezza.Una meraviglia che riempie il cuore…
 
Quindi, a chi pensa di doversi liberare del gatto o del cane perché sta arrivando un bimbo, voglio dire con assoluta certezza di pensarci bene. Non è nemmeno immaginabile l’enorme ricchezza che questi cuccioli, tutti, figli e amici pelosi, possono regalarci, e l’esperienza favolosa che i nostri bimbi fanno stando a contatto con loro. E state tranquilli, che non avranno mai nessuna malattia felina o canina…le malattie degli animali, sono malattie degli animali. E i nostri gatti, cani..li proteggeranno e saranno i loro compagni di gioco. Gli animali sono come i bambini: se vivono in un ambiente sereno, circondati dall’amore dei loro “cari”, sono sereni e giocosi. Sono tristi e paurosi, se vivono in un ambiente ostile.
 
Voglio fare un piccolo regalo agli amici di Gattopoli: ti allego una tenerissima foto dei miei cuccioli!
 
Una vera dose d’amore, in un mondo pieno di cattiveria..
 
Eleonora 

 Questa news è stata letta 5435 volte


comments powered by Disqus