GATTI DA ADOTTARE
        GATTI ADOTTATI
        IN RICORDO DI
        SMARRITI e RITROVATI
        LETTERE A GATTOPOLI
        GADGETS
        EVENTI E CURIOSITA'
        RASSEGNA STAMPA
        MALATTIE DEI GATTI
        CONSIGLI UTILI
        ASSOCIAZIONI
        IL CLUB DI GATTOPOLI




Cerca

7 Marzo 2010
 
Ciao Elena,

Vorrei che tutte ricordassimo Titania, che, in questi minuti, sta lentamente morendo.

Perché lei è una gatta che ha già vinto la morte due volte: appena nata e due anni fa, quando ha avuto la pancreatite. Ecco il mio messaggio di saluto a lei... e un abbraccio forte a mia madre che per ora è distrutta dal dolore oggi, mentre io sto scrivendo, a meno di un mese dalla morte del mio adorato Vitamia, sta morendo anche Titania.

Voglio raccontarvi di lei, perché vale la pena conoscerla un po'. La piccola Titania è nata dal rapporto incestuoso tra il padre Oberon e la madre di Oberon stesso, Olivia. Tutti e tre persiani blu purissimi, ma per Titania la vita non è iniziata in modo semplice... Era il 23 maggio 1992 e sull'autostrada Palermo-Trapani moriva Falcone...

Olivia entra in travaglio quasi contemporaneamente, ma non succede nulla e lei poverina continua ad avere quest apancia che fa su e giù senza far nascere nessun gattino.
A mezzanotte la portiamo d'urgenza dal veterinaio dopo averlo contattato.
Capiscono che è necessario un parto d'urgenza, ma non ci danno molte speranze di salvare i gattini.
Immaginatevi la meraviglia quando ne abbiamo vista venir fuori solo una!
Una e morta...
Sì perché Titania è nata morta.
 
Quella bestia che l'ha messa al mondo voleva buttarla via, ma un suo collaboratore ha deciso di tentare il tutto per tutto e l'ha battuta contro il tavolo.
Titania ha iniziato a respirare, ma nessun miagolio... e mai avrebbe miagolato, visto che era muta.
Aveva riportato anche danni celebrali per via del minuto di mancata ossigenazione al cervello, non camminava, eppure... era viva! e con una voglia enorme di farcela! Da questo il suo nome... Titania.
 
Nonostante il suo essere diversa dagli altri gatti (leccava il legno, fissava i muri o il vuoto per ore e ore e mangiava esclusivamente carpaccio di vitello), Titania era una gatta felice e sempre sorridente. Sempre pronta a lanciarsi in effusioni amorose.
Titania ha dato tutta se stessa per noi, non ha mai capito di essere una gatta, ma ha sempre pensato di essere umana. L'abbiamo allattata noi, l'abbiamo cresciuta noi e mia madre le ha fatto raggiungere quasi 18 anni! Oggi ci sta lasciando....
 
In questo momento si sta spegnendo, ma ha lasciato a tutti un messaggio chiaro: l'amore, qualche volta, riesce a vincere persino la morte.
 
Ciao Titania, fai un buon viaggio e ti prego salutami il tuo amico Vitamia, che sta aspettando.
 

 Questa news è stata letta 7154 volte


comments powered by Disqus